1 settembre 2017

L'importanza delle emozioni

L'influenza delle emozioni sulle azioni e sugli eventi

Per noi esseri umani risulta inusuale e difficile pensare alle nostre emozioni separate dagli eventi che le suscitano.
Per esempio, pensiamo sia stata un’ingiustizia del nostro capo a farci ribollire di rabbia l’anno scorso, oppure ci ricordiamo della paura provata da bambini in quel particolare incidente.

Quando parliamo delle nostre emozioni, attraverso l’introspezione, ci riferiamo in realtà ai nostri ricordi coscienti di esperienze emotive.

Le emozioni fondamentali e primarie, come appunto collera o paura, si attivano molto in basso nel cervello, molto sotto la “volta pensante” costituita dalla corteccia cerebrale; sono totalmente indipendenti dalla nostra volontà e dai nostri pensieri e influenzano in maniera fondamentale le caratteristiche emotive dei nostri ricordi coscienti.

Le emozioni aumentano le nostre possibilità di sopravvivenza, attivando risposte comportamentali incondizionate, rapide e grossolane.

Per esempio, la paura ci fa stare lontano da potenziali pericoli, la rabbia si scatena quando non abbiamo scelta, la ricerca è attiva quando abbiamo fame o sete.

A volte ci salvano la vita, essendo quindi tutt’altro che illogiche e incoerenti, a dispetto di quanto comunemente si creda.