11 giugno 2018

Lo Stomaco

Disturbi allo stomaco, conseguenze e ruolo della terapia osteopatica.

Bruciori, acidità, reflusso, gastrite, digestione lenta: sono sintomi molto diffusi legati allo stomaco.

L’osteopata offre un aiuto importante in questi casi, ripristinando una corretta funzionalità dell’organo.

Pensiero e corpo sono strettamente legati: se siamo affamati, l’idea di uno spuntino succulento fa aumentare la salivazione: il pensiero ha attivato le ghiandole salivari.

Analogamente, il pensiero che attiva lo stomaco è la preoccupazione. È ciò che si chiama somatizzazione, un termine che si sente sempre più spesso.

Pre-occupazione

Chi soffre allo stomaco è pre-occupato, occupato nel senso che ha sempre qualcosa da dover fare per gli altri; conseguentemente non ha tempo da concedere a se stesso, per esempio dedicarsi a qualcosa che ama fare o per un pasto che permetta di staccare dalla sua attività frenetica, e immaginiamo facilmente quanto stomaco e alimentazione siano correlati.

La persona assume su di sé  troppe responsabilità, specialmente si addossa quelle degli altri oltre alle proprie. La sua parola d’ordine è devo fare.

Tutto questo si traduce in preoccupazione costante, come la si intende comunemente, come conseguenza dello stress, che rimane continuo.

Conseguenze sullo stomaco

La costante presenza di questo tipo di pensieri priva lo stomaco della possibilità di autoregolarsi, altera l’ambiente interno dell’organo e lo rende adatto alla proliferazione di batteri che normalmente non dovrebbero trovarsi lì, come l’Helicobacter pylori, rilevato alla gastroscopia, indagine diagnostica prescritta nei disturbi allo stomaco.

L’alterazione dell’ambiente all’interno dello stomaco ne altera a sua volta la funzione, e compaiono i sintomi caratteristici.

Lo stomaco è strettamente collegato coi dolori alla testa e alle spalle, soprattutto la sinistra, la cervicale e la dorsale; si può soffrire di cefalea, vertigini, tachicardia e senso di oppressione toracica.

Il devo fare grava idealmente sulla testa e sulla colonna: ecco spiegati i sintomi dolorosi di queste zone.

Rimedi

La terapia osteopatica permette di modificare questo stato perché modifica l’adattamento allo stress, disattivando la somatizzazione descritta precedentemente.

La tendenza al devo fare e alla preoccupazione associata si attenuano gradualmente, cosicché la persona rallenta i ritmi e alleggerisce i carichi, sgravando finalmente la colonna dal peso eccessivo.

La conseguenza più diretta di questa modifica sta proprio nel fatto che lo stomaco può ripristinare un ambiente interno consono all’attività che svolge, e i sintomi ad esso legati regrediscono di pari passo.